Questi progetti offrono agli alunni la possibilità di manifestare le proprie competenze cimentandosi in ambiti non immediatamente riconducibili alla didattica ordinaria. Si rivolgono a gruppi di studenti di classi diverse, selezionati sulla base del profitto scolastico e delle personali attitudini.

 

BUSINESS@SCHOOL

Il progetto è organizzato dalla Boston Consulting Group, azienda leader nel campo della consulenza direzionale, e vi partecipano quasi duemila studenti provenienti da settantadue scuole europee e non; in Italia, solo altre quattro scuole partecipano insieme al nostro Istituto a tale progetto. Il lavoro è strutturato in tre fasi: analisi di una grande azienda; analisi di una piccola azienda; progettazione di un Business Plan. È un’ottima palestra per valutare, sul campo, le competenze richieste nelle facoltà ad indirizzo economico-finanziario e la propria capacità di lavorare in gruppo. Il gruppo vincitore della terza fase accede alle finali europee. Le commissioni giudicatrici sono formate da imprenditori ed esperti del settore. In tutte le finali, interne ed europee, le presentazioni dei lavori dei singoli gruppi avvengono in lingua inglese. Al termine della progettazione viene rilasciato un attestato di partecipazione con relativa valutazione da spendere come Credito Formativo, nonché il riconoscimento di 70h come percorso per le competenze e per l’orientamento.

 

CAMMINI DI FEDE E BELLEZZA

I cammini sono itinerari per i ragazzi del Massimo negli anni del liceo. L’obiettivo è che i ragazzi facciano esperienze di incontro con il Signore. I “luoghi” dell’incontro sono l’arte cristiana di Roma e il pellegrinaggio a Santiago. L’itinerario inizia in I e II liceo con alcune meraviglie di Roma. Prosegue in III liceo con l’arte gesuitica a Roma e la spiritualità ignaziana. Si conclude in IV o V liceo con le uscite di preparazione e il pellegrinaggio a Santiago. Le uscite sono di sabato e alcune sono aperte alle famiglie. La partecipazione è libera e gratuita, così come la passione dei docenti che accompagneranno i ragazzi e che, prima delle uscite, riceveranno la formazione della Comunità Pietre Vive[1] di Roma.

 

GIOCHI DI ANACLETO

I Giochi di Anacleto, promossi dall’Associazione per l’insegnamento della Fisica sono un contributo a sostegno dell’interesse e delle capacità dei giovani nello studio delle scienze fisiche e si rivolgono a ragazzi del primo Biennio e secondo Biennio. La competizione prevede due prove: “Domande e Risposte” (di carattere teorico ed individuale) e una di carattere sperimentale in laboratorio, suddivisi in gruppo. I primi sei studenti, che non compiranno 17 anni nel corso del 2014, saranno segnalati per la fase successiva (Scienze Under 17 – EUSO) che ha carattere interdisciplinare e propone attività di laboratorio da condursi in gruppi cooperativi nelle aree della biologia, chimica e fisica. Tale fase prevede tre fasi successive di selezione: di Istituto, Nazionale ed Europea. Gli studenti che si qualificheranno per la fase nazionale saranno segnalati al MIUR per iniziative di sostegno dell’eccellenza e, tra di loro, saranno scelti due gruppi che, in primavera, prenderanno parte alle Olimpiadi delle Scienze Sperimentali.

Dal punto di vista della pedagogia ignaziana, i Giochi di Anacleto offrono agli studenti la possibilità di mettere alla prova le loro competenze e di valorizzare la pratica della sperimentazione nell’ottica della condivisione, della collaborazione e della crescita della comunità.

 

JESUITS AND HISTORY

Ogni anno, alcuni studenti del quarto anno di Liceo delle scuole italiane dei Gesuiti, si incontrano per dibattere un tema che viene “visitato” conciliando la tradizione delle nostre scuole con la realtà. Il tema da trattare viene fissato all’inizio di ogni anno scolastico ed è un’occasione per approfondire, con l’aiuto dei docenti di Storia, le proprie conoscenze e competenze sia sul tema specifico sia sui mezzi di comunicazione per poter portare la propria testimonianza. È anche un modo per dare ai giovani una occasione per interagire tra loro e, anche, per prendere coscienza e conoscenza di realtà diverse dalla propria. Al termine viene rilasciato un attestato con valore di Credito Formativo. L’iniziativa coinvolge anche il dipartimento di Pastorale.

 

LABORATORIO TEATRALE

Il progetto si rivolge agli studenti del triennio dei Licei.

Il metodo seguito si basa sui principi della gradualità e della duttilità, per cui ogni ragazzo viene portato a esprimersi in base alla propria personalità, per poi recitare anche una piccola parte nel saggio finale. Partecipando al laboratorio teatrale i ragazzi potranno sviluppare l’immaginazione e la creatività, acquisire uno strumento di crescita personale e favorire la comunicazione tra compagni attraverso l’apprendimento del linguaggio scenico. Potranno, infine, affinare la propria sensibilità e l’interesse verso i grandi classici del teatro antico acquisendo strumenti culturali ed esperienze utili per affrontare le grandi complessità del vivere contemporaneo.

Gli studenti accederanno al laboratorio tramite un provino alla presenza dei docenti referenti. Il corso è a numero chiuso. Saranno ammessi al massimo venti alunni.

Al termine sarà rilasciato un attestato di frequenza al fine dell’ottenimento dei crediti formativi, nonché il riconoscimento delle ore svolte come percorso per le competenze e per l’orientamento.

 

LAMPEDUSA

Progetto sociale, culturale e naturalistico riservato alle classi terze.

Lampedusa, piccola isola del Mediterraneo, è da sempre crocevia di civiltà, culture e viaggi. Negli ultimi anni le coste dell’isola sono diventate uno dei principali approdi dei flussi migratori che provenendo dall’Africa si dirigono verso l’Europa. Ma Lampedusa è anche un mondo a sé, l’esempio di una vita difficile, che impone rinunce, ma al tempo stesso affascinante e appagante.

Questi i principali motivi che hanno portato ad inserire nel percorso formativo dei ragazzi del triennio il viaggio nell’isola: quattro giorni in cui ci si immerge in una realtà che la vita nei grandi centri ha perso.

Caratteristica del soggiorno è l’incontro. I ragazzi avranno la possibilità di ascoltare, interagire e confrontarsi con molti interlocutori: dagli studenti del locale liceo Pirandello agli artigiani, dal curatore dell’Archivio Storico ai volontari che tengono in vita il Centro Soccorso e Cura Tartarughe Marine.

Una giornata è dedicata all’aspetto naturalistico e paesaggistico: i responsabili di Legambiente accompagneranno i ragazzi in un’escursione all’Isola dei Conigli all’interno della Riserva Naturale Orientata “Isola di Lampedusa”.

Particolare attenzione è riservata alla sensibilizzazione verso l’accoglienza del migrante. I ragazzi effettuano un percorso a scuola in modo da arrivare già consapevoli della tematica. Nell’isola sono organizzati diversi incontri: con i rappresentanti dell’istituzione (Sindaco o persona da lui designata), con il collettivo Askavusa (impegnato per la difesa dei diritti civili dei migranti), con i responsabili del progetto “Mediterranean Hope” e con il parroco dell’isola. Il progetto si svolge a fine maggio, con la collaborazione del Dipartimento di Pastorale.

 

MASSIMO’S T.O.P. DAY (Teenagers On the Podium)

Dall’anno scolastico 2012-2013, il T.O.P. Day è la manifestazione di fine anno che permette di realizzare una rilettura creativa di tutti i progetti svolti nell’anno; un “progetto sui progetti” di varia natura, curricolari e non, sportivi, culturali, artistici, solidali, legati alla cittadinanza globale ed all’ecologia integrale. Uno spazio per gratificare tutti coloro che organizzano e/o partecipano ad attività di ogni genere, contribuendo alla loro buona riuscita o addirittura salendo su un podio.

Sperimentare divertendosi: ecco cosa attrae gli studenti. Essi trovano, nel format innovativo di questo progetto, un complesso compito di realtà svolto fuori dalla classe, che prevede una loro collaborazione all’80%, con la creazione di una vera e propria squadra di professionisti in erba. Importante è anche l’intervento degli ex-alunni con le loro esperienze accademiche ed umane.

Fondamentale infine, nell’ottica dell’ecologia integrale e della fraternità universale, la sensibilizzazione verso progetti solidali che portino sollievo a chi è nel bisogno.

Il progetto dal corrente anno scolastico è riconosciuto come percorso per le competenze e per l’orientamento e garantisce agli alunni 70h.

 

MUN (Model United Nations)

Il progetto consiste in una simulazione delle Nazioni Unite, organizzata secondo le modalità previste dal Model United Nations (MUN). Gli studenti partecipanti hanno la possibilità di rappresentare uno dei Paesi membri dell’ONU, non il loro di origine, nelle assemblee internazionali, utilizzando la diplomazia come strumento di risoluzione dei conflitti e delle controversie in una prospettiva di cittadinanza mondiale ispirata alla tolleranza. Le sedute sono in lingua inglese e offrono agli studenti l’opportunità di cimentarsi in un contesto internazionale, per lingua e per eterogeneità dei partecipanti, e di mettere alla prova le capacità di ricerca, per prepararsi sulla politica estera della nazione rappresentata, e quelle di presentazione in pubblico, per difendere la propria posizione. Il clima di collaborazione e di gemellaggio è favorito anche dall’ospitalità che i nostri ragazzi offrono nella simulazione italiana e ricevono in quelle internazionali, in base alla disponibilità delle famiglie. Al termine viene rilasciato un attestato con valore di Credito Formativo, nonché il riconoscimento delle ore svolte come percorso per le competenze e per l’orientamento.

 

OLIMPIADI DELLA FISICA

Organizzate dall’Associazione per l’Insegnamento della Fisica e riconosciute dal MIUR, le Olimpiadi della Fisica sono diventate un riferimento per il sistema formativo nazionale, in cui centinaia di scuole partecipano e si confrontano tra loro in una straordinaria operazione di educazione e formazione scientifica. Prevedono tre prove che si succedono durante l’anno scolastico: la Gara d’Istituto (a dicembre), la Gara Locale (a febbraio), la Gara Nazionale (ad aprile). Tra i vincitori della Gara Nazionale vengono scelti cinque studenti che, nel mese di luglio, parteciperanno alle IPhO – Olimpiadi Internazionali della Fisica.

Dal punto di vista della pedagogia ignaziana, essi sono uno stimolo alla conoscenza realistica, all’amore e all’accettazione di sé e alla ricerca dell’eccellenza.

 

OLIMPIADI DI ITALIANO

Le Olimpiadi di Italiano sono gare individuali, organizzate dal MIUR, rivolte alle studentesse e agli studenti degli istituti secondari di secondo grado, con lo scopo di valorizzare le eccellenze linguistiche e letterarie della cultura italiana. Lo svolgimento delle Olimpiadi si articola in tre fasi che si succedono durante l’anno scolastico: gara di istituto (febbraio), semifinale (marzo) e finale nazionale (aprile). La gara della finale nazionale si svolge a Torino all’interno di una più ampia manifestazione culturale intitolata Giornate della lingua italiana, che il Ministero dell’Istruzione organizza, in collaborazione con gli altri Enti e soggetti promotori dell’iniziativa, per celebrare gli anniversari della lingua e della letteratura italiana e per approfondire temi di attualità a esse correlati. La manifestazione si svolge in collaborazione con il Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), gli Uffici Scolastici Regionali, con la partecipazione dell’Accademia della Crusca, dell’Associazione per la storia della lingua italiana (ASLI), dell’Associazione degli Italianisti (ADI) e del Premio Campiello Giovani.

 

OLIMPIADI DELLA MATEMATICA – ‘Giochi di Archimede’

Lo scopo fondamentale è quello di promuovere la ricerca, l’approfondimento e la speculazione matematica. Nella prima fase di svolgimento (novembre), i giochi sono a studenti selezionati del liceo ai quali è offerta l’opportunità di cimentarsi in un impegno mentale vissuto in tono ludico – agonistico. Fra i migliori classificati saranno scelti due studenti che proseguiranno le selezioni nelle gare provinciali (febbraio) ed altri otto che parteciperanno, invece, ai giochi a squadre presso l’Università La Sapienza di Roma.

 

PREPARAZIONE AI TEST DI ACCESSO ALLE FACOLTÀ SCIENTIFICHE

Proseguono le attività connesse al Progetto “Orientamento in rete”, un’iniziativa di grande successo intrapresa dall’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Il progetto prevede interventi di formazione finalizzati a preparare al meglio gli studenti ad affrontare le prove d’ingresso ai corsi di area medica (medicina e chirurgia, odontoiatria, biotecnologie mediche ed anche altre facoltà scientifiche) con corsi on-line, esercitazioni, informazioni e materiali utili messi a disposizione degli studenti. Tale iniziativa è rivolta agli studenti di IV e V anno di Liceo. Oggetto del corso sono le seguenti materie: logica e cultura generale, biologia, chimica, fisica, matematica e statistica. Il progetto prevede due fasi. Nella prima fase (ottobre-maggio) i corsi si svolgeranno in parte “a distanza”: gli studenti potranno consultare il sito web per ottenere i moduli didattici relativi alle discipline – (50 ore) e in parte “in presenza”, mediante l’organizzazione di attività tutoriali come esercitazioni e simulazioni guidate dai docenti di Scienze. Nella seconda fase si terranno corsi estivi intensivi “in presenza” di 75 ore ciascuno presso la I Facoltà di Medicina e chirurgia del Policlinico Umberto I di Roma e presso la II Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Ospedale S. Andrea di Roma. Gli studenti potranno scegliere se frequentare i corsi di questa seconda fase in lingua Italiana o Inglese. Al termine della prima fase del corso l’Università La Sapienza rilascerà un attestato di partecipazione con relativa valutazione valido per l’ottenimento del Credito Formativo. Accedendo al Corso di Orientamento in rete gli studenti potranno anche compilare un test utile a ricevere indicazioni sul proprio profilo personale per orientarsi nelle scelte professionali future.

 

RIVISTA (iThink)

Realizzare un progetto editoriale è uno dei modi migliori per imparare a collaborare.

Abbiamo notato che molti ragazzi, seppure accademicamente molto validi, mostrano di non avere acquisito coscienza di lavoro di gruppo.

Vivere una redazione, seppure ognuno con i suoi compiti specifici, può essere un’esperienza importante di team. Condividere idee, confrontarsi per come realizzarle e come poterle esprimere perché un lettore le comprenda, tutto questo stimola i ragazzi a mettersi in gioco nel pieno rispetto l’uno dell’altro.

Per questo riteniamo che tale progetto possa stimolare la formazione di alcuni fondamentali aspetti del leader ignaziano, come ad esempio (cfr. Il nostro modo di procedere. I Collegi ignaziani d’Italia e d’Albania, Gesuiti Educazione, 2011):

  • Avere fiducia di coloro cui si affida un compito
  • Rispettare i colleghi
  • Ascoltare le opinioni
  • Condividere le informazioni
  • Saper scorgere il talento, le potenzialità e la dignità di tutti.

Si vogliono così promuovere “le attività di gruppo e di ricerca perché l’iniziativa del singolo si esaurisce, ma l’attività del gruppo dà forza al cambiamento”. Riteniamo importante, infatti, per creare il clima giusto, che i ragazzi si incontrino realmente, e non solo virtualmente tramite i social. Il progetto è completamente gratuito per i ragazzi.

Al termine viene rilasciato un attestato con valore di Credito Formativo, nonché il riconoscimento delle ore svolte come percorso per le competenze e per l’orientamento.

 

SCAMBI CULTURALI

Sono rivolti agli alunni di tutte le classi dei Licei, escluso l’ultimo anno, ma riservati a determinate condizioni di profitto e disciplina; prevedono permanenza e ospitalità presso la scuola e le famiglie di alunni della nazione prescelta, con l’accompagnamento dei docenti dell’Istituto e disponibilità a ricambiare l’accoglienza dei gruppi di alunni stranieri coinvolti nello scambio in periodi stabiliti con l’accompagnamento di docenti dell’Istituto e disponibilità a ricambiare l’accoglienza dei gruppi di alunni stranieri coinvolti nello scambio in periodi stabili, prediligendo il gemellaggio con scuole della Compagnia di Gesù.

 

[1]Pietre Vive è uno degli apostolati giovanili della Compagnia di Gesù più originali e fecondi degli ultimi anni: una rete internazionale di comunità giovanili nata dal desiderio di annunciare Cristo attraverso le bellezze delle chiese. Per questo le comunità Pietre Vive offrono un servizio di visite guidate gratuite in alcune delle principali chiese d’Europa.